Amos Oz- D’un tratto nel folto del bosco-

d'un tratto nel folto

Ho sempre amato i libri che narrano di animali, di bambini…poi quando a questo si unisce il bosco il gioco è fatto: il bosco in questo libro onirico e altrove è una cornice così silenziosa e così presente, il bosco che è legato a quanto più di femminino alberga negli individui: l’elemento femminile materno a cui tutti torniamo… e mai così lo si percepisce in questo meraviglioso racconto; siamo in un villaggio senza nome, forse innominabile, un villaggio che ha un’altra caratteristica, il silenzio, il silenzio degli animali, perchè loro,protagonisti e grandi assenti, non si sa cosa sia successo , ma a d’un tratto sono spariti, l’unica loro presenza le tracce della loro misteriosa scomparsa, ed allora una maestra racconta in una classe com’è fatto un orso …i bambini in tutta la loro vita non hanno mai visto un animale, e la straripante fantasia dei bambini trionfa: le scarpe di Nimi la notte si trasformano in due istrici! e così via.

Ma come tutte le favole, perché non è una fiaba, ha la sua struggente morale, la morale degli animali che tutto insegnano agli uomini, con il loro linguaggio  universale ed accogliente, diverso dal silenzio irritato degli adulti-uomini che mai hanno il coraggio di raccontare ai bambini;che tutto capiscono, la verità.

Ho letto questo libro un paio di volte nella mia vita, sono sempre dell’idea che i libri si iterano, la seconda quando è nata mia figlia… illuminante!

(l’mmagine che ho scelto non rispecchia la copertina del libro.. ma la sua chiave di lettura)

Amos Oz

D’un tratto nel folto del bosco

Feltrinelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...